i webinar di Piazza delle Idee

Giovedì 25 febbraio 2021 ore 18.30
Pandemia e crisi climatica, rischi globali: Quali risposte?

Interviene
Luca Bergamaschi – co-fondatore e direttore esecutivo di ECCO, think tank indipendente per il clima e l’energi

Modera
Paolo Seghedoni – giornalista

In collaborazione con Medici per l’ambiente Modena

i webinar di Piazza delle Idee

 

Giovedì 7 gennaio 2021 ore 19
Come cambia il lavoro

 

Intervengono
Roberto Benaglia – Segretario generale nazionale Fim Cisl
Silvia Spattini – Direttore e Senior research fellow di ADAPT
Giovanni Gorzanelli – Presidente Confapi Emilia

 

Modera
Claudio Arlati – Responsabile della formazione della Cisl ER

i webinar di Piazza delle Idee

 

Lunedì 27 luglio 2020 ore 19
L’economia dopo il Covid

 

Intervengono
Alberto Berrini – economista
Flavio Lodi – consulente finanziario

 

Modera
Paolo Seghedoni – giornalista

IL PROGETTO

Piazza delle idee nasce per permettere a diverse realtà, enti e cittadini di unirsi e comunicare. Una ‘Piazza’ in cui dibattere, su cui affacciarsi, dove poter parlare e confrontarsi. Un luogo che non è ‘proprietario’, bensì una ‘Piazza’ con tante botteghe, un cortile con tanti balconi, aperto a chiunque voglia affacciarsi per discutere e trovare soluzioni comuni.

 

Le grandi questioni aperte della crisi legata al Covid, certo, ma molto di più: l’obiettivo è incrementare il confronto, ripristinare e risarcire il tessuto democratico, condividere problemi, idee, soluzioni tra soggetti che possono confrontarsi, cercare e trovare soluzioni, generare sinergie per affrontare e gestire il periodo difficile che ci attende.

 

La ‘Piazza’ non ha vere risorse proprie, se non quella fondamentale delle persone che vi s’impegnano e considera come risorse materiali e strumentali utili tutte quelle che ogni soggetto che partecipa può condividere.

 

Una ‘Piazza’ che vuole essere ibrida, reale e virtuale senza scegliere una sola modalità. Che vuole utilizzare modalità a distanza efficaci ma semplici, accessibili a tutti che permettano di evitare il fenomeno del digital divide.

 

Una ‘Piazza’, infine, che intende dare rilevanza alle opinioni delle persone competenti e riuscire a evitare i luoghi comuni, pensando in prospettiva lunga nell’ottica dell’impegno civico, della progettazione sociale e di un nuovo umanesimo.

IL METODO

Il metodo per la realizzazione del progetto, variamente modulabile, si basa sulla creazione di piccoli gruppi di lavoro tematici che collaboreranno in videochat o in presenza dedicandosi alla definizione dei problemi e allo scambio di idee.

 

In seconda battuta si svolgerà un seminario pubblico, un webinar o l’intervista a un esperto che, mettendo a punto le idee elaborate precedentemente, possa far compiere un passo avanti e un approfondimento. In un momento successivo ci sarà un nuovo passaggio con l’originario gruppo di lavoro per definire proposte concrete e realizzabili. L’ultima fase prevede la diffusione delle proposte.

 

La ‘Piazza’ si animerà anche con sondaggi e questionari supportati da una piattaforma tecnologica e affiancati da chat con moderatore, FAQ e lavoro a distanza su documenti per arricchire i percorsi.

 

La ‘Piazza’ sarà anche un luogo dove reperire informazioni, documenti pubblici, interventi sulle tematiche affrontate man mano, una memoria che conterrà anche gli eventi promossi.

 

Inoltre sarò raggiungibile tramite i canali social, Facebook e Instagram, altre finestre e balconi che potranno animare la discussione.